11 febbraio 2015

Bonsai, il Giardinaggio che Diventa Arte

I Bonsai, nati come semplice frutto dell'opera di un giardinaggio ornamentale utilizzato anche a fini religiosi, divennero, con il tempo e l'evoluzione del pensiero orientale, una forma d'arte.
L'arte di coltivare i Bonsai ha origini radicate in un periodo storico molto antico, al confine tra storia e leggenda.

Quasi mille anni fa, al contrario di come molti pensano, i primi Bonsai vennero realizzati in Cina, (pun-sai, albero e vaso) e non in Giappone.


Alcuni identificano l'origine dei Bonsai nel lavoro di antichi erboristi che, per avere a disposizione in qualsiasi momento le erbe necessarie alle loro elaborazioni, avrebbero creato questi alberi di dimensioni ridotte.

Altri sostengono che la loro origine sia connessa alla tendenza di ricreare veri e propri paesaggi in scala ridotta composti da alberi, rocce e addirittura da corsi d'acqua.
La prova che dimostra l'impatto che avevano queste creazioni nella cultura cinese di quegli anni è stata rinvenuta in una antica tomba appartenente al principe Zhang-Huai.
Su una parete era rappresentato un corteo funebre  che raffigurava, tra gli altri, due valletti che portavano dei bonsai.

Questo attribuisce ad essi un' importanza tale da essere presenti addirittura nel corteo funebre  di un principe nel suo viaggio verso l'aldilà.
Col tempo, e con la diffusione del buddismo zen, i cui principi portavano a focalizzarsi sulla ricerca dell'armonia tra uomo e natura, l'arte del Bonsai sbarca sulle coste giapponesi, ed è qui che comincia ad essere concepito con il senso che ha mantenuto fino ai giorni nostri, ovvero come una forma d'arte
Coltivare un Bonsai diventa quindi intraprendere un vero e proprio percorso interiore, il cui punto di arrivo è raggiungere il piacere e la soddisfazione di creare una vera e propria opera d'arte,  un opera d'arte che però  muterà nel tempo, e sarà influenzata dalle sensazioni e dai sentimenti che si proveranno ogni qual volta si praticherà il Mochikomi, ovvero l'insieme delle cure quotidiane volte al mantenimento della pianta.
Ed è proprio con la cura del Bonsai che l'arte ed il giardinaggio si fondono in un unico elemento creando cosi una disciplina che si basa sull'applicazione di nozioni tecniche, scientifiche e botaniche volte alla cura ed alla manutenzione unitamente all'espressione di sensazioni ed emozioni che plasmeranno la pianta di volta in volta, dandole forma e dimensioni diverse.

Dedicarsi ad un Bonsai è un modo per stringere un legame con la natura, per meditare e per dare ascolto al proprio io interiore.