31 maggio 2015

Arbusti per un Giardino Profumato tutto l'anno_maggio e giugno


In primavera inoltrata c’è solo l’imbarazzo della scelta in tema di fiori e profumi

syringa vulgaris da aphotoflora.com
Un classico dei giardini romantici è il lillà (Syringa vulgaris) che forma delle infiorescenze a grappolo variamente colorate (dal rosa, al rubino, dal viola, all’azzurro, al bianco) e profumatissime! Il nome curioso, che in greco significa 'tubo', lo deve al fatto che i rami del lillà sono cavi e per questo venivano usati per fabbricare pipe.

È piuttosto resistente sia al caldo che al freddo e si adatta a qualsiasi tipo di terreno, anche se predilige quello fresco, ben drenato e leggermente acido.

Originario dei Balcani, è un arbusto che ha goduto di molta fortuna ed è stato ibridato nei primi del ‘900 da vivaisti, soprattutto francesi, che hanno creato specie dalla fioritura precoce e tardiva, profumata e dalle mille sfumature.
wisteria sinensis alba da crocus.co.uk
Un altro classico dei giardini ottocenteschi è il glicine, rampicante vigoroso di origine cinese, che secondo me è bellissimo nella versione bianca (Wisteria sinensis ‘alba’ e Wisteria Floribunda alba di origine giapponese), con candidi fiori raggruppati in racemi lunghi fino a 45 cm dal profumo dolcissimo. I fiori del glicine giapponese Wisteria floribunda ‘Longissima Alba’, profumatissimi anch'essi,  raggiungono la lunghezza di ben 60 cm! 

Naturalmente maggio è il mese delle rose, ma ce ne sono così tante, con forme e profumi così diversi,  che è quasi impossibile descriverle tutte...

viburnum carlesii da rhs.org

Mi piacciono molto anche i viburni:  il Viburnum carlesii, originario di Corea e Giappone, ha fiori bianchi o rosati e un profumo complesso, speziato,  somigliante ai chiodi di garofano e intensissimo, che si sente anche a grande distanza. Sono arbusti rustici, che resistono bene al freddo così come al caldo e, particolare che mi piace sempre, attirano le farfalle!

Meno conosciuto ma interessante è l’arancio del Messico (Choisya ternata), della famiglia delle rutaceae, un arbusto dall’aspetto delicato, con fogliame lucido, verde chiaro, profumato come quello degli aranci e dai fiori bianchi, piccoli, a forma di stella, delicatamente profumati, che fioriscono da maggio a luglio e, nelle regioni più calde, fino all’autunno; ama il pieno sole ed è adatto solo alle zone dal clima mite.

Choisya ternata da de.hortipedia.com

Mi piace molto anche il pitosforo (Pittosporum tobira), un classico delle zone costiere dove resiste benissimo al caldo e alla salsedine, forse perché mi ricorda tanto le vacanze estive al mare!

Usatissimo per le siepi e ingiustamente bistrattato, oltre al bel fogliame lucido e scuro, produce fiori dapprima bianchi e poi gialli, dal profumo inebriante, simile a quello dei fiori d’arancio. Insomma, per chi, come me, ama i profumi in giardino, la tarda primavera è davvero un momento magico!

pittosporum tobira da photoflora.com